Le case del futuro: quali saranno i materiali da utilizzare?

Le case del futuro saranno sempre più all’insegna di soluzioni innovative e sostenibili, perché è il pianeta che ce lo chiede!

Già da qualche anno si sente sempre più spesso parlare di bioedilizia e dell’impiego di nuovi materiali che permetterebbero di massimizzare le prestazioni, garantendo al contempo un  basso impatto ambientale.

Ma quali saranno quindi i materiali da utilizzare per la costruzione delle case del futuro?

Ovviamente la scelta non poteva non ricadere su materiali sostenibili, alternativi a quelli utilizzati per l’edilizia tradizionale. Materiali in grado di assicurare sicurezza, benessere e massimo rispetto dell’ambiente.

Tra questi, vi sono certamente:

  • Legno: materiale 100% riciclabile, flessibile e resistente, con costi notevolmente ridotti rispetto al cemento.
  • Calcestruzzo autorigenerante: contiene batteri in grado di riparare le crepe in autonomia, tramite la produzione di cristalli di calcite.
  • Bambù: ideale per l’edilizia per via della sua resistenza alla trazione e della sua estrema leggerezza.
  • Grafene: con il quale è possibile produrre un calcestruzzo molto più resistente di quello classico.
  • Sughero: perfetto per l’isolamento ma anche per ottenere intonaci sostenibili e resistenti.
  • Canapa: permette di ottenere mattoni molto resistenti, creando una sorta di cemento.
  • Micelio: si tratta di una sostanza che viene estratta dai funghi per ottenere un isolante da sostituire alle classiche schiume plastiche.
  • Lana di pecora: già parecchio utilizzata per l’isolamento, ha anche la capacità di assorbire le sostanze inquinanti presenti nell’aria interna degli edifici.
  • Paglia: essiccata, permette di produrre pannelli super isolanti e modulari.

Oltre ai materiali con cui verranno costruite le case del futuro, occorre evidenziare come anche le esigenze abitative siano cambiate negli ultimi due anni.

La pandemia, per esempio, ha messo in luce la necessità di creare un collegamento sempre più importante tra l’ambiente domestico e quello lavorativo. Sempre più persone, infatti, nonostante la fine del lockdown, continuano a lavorare da casa.

I progetti delle case del futuro, quindi, dovranno necessariamente tenere in conto la presenza di angoli o stanze da adibire allo smart working.

E tu, come immagini le case del futuro? Se sei un professionista del settore edilizia, condividi con noi i tuoi progetti!

No Comments

Leave a Reply

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su novità, promozioni ed eventi Tecnocomp.


    Notice: Undefined index: img in /web/htdocs/www.tecnocomp-group.it/home/wp-content/plugins/ct-ultimate-gdpr/includes/views/cookie-popup.php on line 116